Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile

Il corso magistrale in Ingegneria Civile ha lo scopo di formare una figura professionale qualificata molto richiesta dal mondo del lavoro, sia in ambito nazionale che internazionale, ossia un ingegnere con un elevato livello di specializzazione, in grado di ricoprire ruoli tecnico-organizzativi nei diversi contesti lavorativi tipici dell'ingegneria civile.

Didattica del corso di laurea

Gli studenti hanno la possibilità di acquisire competenze approfondite in tutte le discipline tipiche dell'ingegneria civile: progettazione, controllo dell'esecuzione, gestione e valutazione della sicurezza di opere edili, infrastrutture, opere geotecniche e idrauliche. Completa il percorso formativo un tirocinio in studi di progettazione, imprese edili, enti pubblici.

Materie di studio

1° anno:
Complementi di idraulica, Progettazioni idrauliche, Progettazione di opere geotecniche, Teorie delle strutture, Complementi di progetto di strutture, Progettazione per il recupero edile, Materiali strutturali e per le costruzioni.
2° anno:
Idrogeologia applicata, Chimica ambientale, Teoria dei sistemi di trasporto, Progettazione di strade.

A scelta:Tirocini, Prova finale.

A scelta dello studente: Progetto per il restauro dell'architettura, Riabilitazione strutturale, Complementi di scienza delle costruzioni, Tecnologie di controllo ambientale, Stabilità dei pendii, Teoria e progettazione dei ponti.

Sbocchi occupazionali

I laureati in Ingegneria Civile possono inserirsi nel mondo del lavoro come liberi professionisti o come dipendenti di elevato livello nelle Pubbliche Amministrazioni, nelle imprese, nelle società di servizi e nelle industrie operanti nel settore della produzione di materiali e manufatti per l'edilizia. In particolare, i laureati magistrali possono assumere ruoli di maggiore responsabilità rispetto ai laureati triennali.